A chi non piacerebbe avere la macchina del tempo per rivedersi da giovanissimi o vedersi da vecchi?

Probabilmente è per questo che in molti non hanno pensato troppo a lungo e si sono fiondati a provare questa nuova app, che attraverso tecniche di intelligenza artificiale è in grado di "ringiovanire" e "invecchiare" la foto di un volto.

Vi invito però a riflettere: permettereste a degli sconosciuti incontrati per strada di scattare una foto al vostro volto? Forse no. E se questi sconosciuti vi dessero in cambio un foglio che vi spiega come verranno usate le foto?

I termini d'uso e la privacy policy di FaceApp spiegano, anche se non del tutto chiaramente, che le foto dei volti caricati spariscono dai propri server dopo 48 ore. È vero? È quanto dichiarato. C'è modo di verificarlo? Salvo un reato, molto difficile avere le autorizzazioni necessarie per indagare.

Questi erano i punti di mio interesse. Il resto lo trovate in questo articolo pubblicato da Open: https://www.open.online/2019/07/22/facepp-quali-sono-davvero-rischi-privacy/